Archivi tag: dubbi amletici

Menù Capodanno 1° episodio

potete scegliere DUE COSE:


Annunci

cose da ricordare…

non devo mai scordarmelo:
“Nessuno può farti sentire inferiore senza il tuo consenso.”
~KENNETH BLANCHARD~

“Lentamente muore”

di Pablo Neruda

Lentamente muore
chi diventa schiavo dell’abitudine,
ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi,
chi non cambia la marcia,
chi non rischia e cambia colore dei vestiti,
chi non parla a chi non conosce.
Muore lentamente chi evita una passione,
chi preferisce il nero su bianco
e i puntini sulle “i”
piuttosto che un insieme di emozioni,
proprio quelle
che fanno brillare gli occhi,
quelle che fanno
di uno sbadiglio un sorriso,
quelle che fanno battere il cuore
davanti all’errore e ai sentimenti.
Lentamente muore
chi non capovolge il tavolo,
chi e’ infelice sul lavoro,
chi non rischia la certezza
per l’incertezza per inseguire un sogno,
chi non si permette
almeno una volta nella vita
di fuggire ai consigli sensati.Lentamente muore chi non viaggia,
chi non legge,
chi non ascolta musica,
chi non trova grazia in se stesso.
Muore lentamente
chi distrugge l’amor proprio,
chi non si lascia aiutare;
chi passa i giorni a lamentarsi
della propria sfortuna o
della pioggia incessante.

Lentamente muore
chi abbandona un progetto
prima di iniziarlo,
chi non fa domande
sugli argomenti che non conosce,
chi non risponde
quando gli chiedono
qualcosa che conosce.
Evitiamo la morte a piccole dosi,
ricordando sempre che essere vivo
richiede uno sforzo
di gran lunga maggiore
del semplice fatto di respirare.
Soltanto l’ardente pazienza porterà
al raggiungimento
di una SLENDIDA FELICITA’.

uff

Silvia è in crisi mistica….

mhm..

…qui si sta riflettendo

..a quando la conclusione??

..y mi corazon no sentira si mis latidos no son de amor

Esta polucion me va a matar
si no respiro Aire de Jah
y mi corazon no sentira
si mis latidos no son de amor

Más dificil se vuelva cada vez mas todo esto
la razon y la verdad se paran a escuchar
ahora que es la vanidad la ruta a serguir la humanidad
y el brillo encandilo

Y la decidia ocupo el lugar
de lo que fue antes un gran fuego en el mirar
las ganas del corazon del alma perdida la maldad

Esta polucion me va a matar
si no respiro Aire de Jah
y mi corazon no sentira
si mis latidos no son de amor

Razones para enloquecer no faltaran, no
de babilonia es el plan conquistarte
juega su juego y tranquilo estaras
mientras dure su fiesta

La turbulencia que no deja ver
de la sabiduria se olvidan
cada vez mas acciones sin quererse ver
un poco mas resistencia

Esta polucion me va a matar
si no respiro Aire de Jah
y mi corazon no sentira
si mis latidos no son de amor

Cual es el afan de fabricar tanto dolor
cuando se olvido el retracto y donde esta el valor
cuantas mas tendran que desagastar todo sudor
en las frias manos que se adueñan del mundo

Yo quiero fuego de purificacion
para quemar el mal que causa tanta desunion
se sabe que mala accion atrae mala reaccion
ya lo sera la clave para la sanacion

Esta polucion me va a matar
si no respiro Aire de Jah
y mi corazon no sentira
si mis latidos no son de amor

ora bisogna solo trovare la batteria per far ripartire questo cuoricino stanco e rotto

.
.
“…Io non lo so che cosa penserò dei miei sedici anni quando sarò come mio padre,
non so neanche cosa ce tratta con la morte,
ora mi sento come se non morirò mai
e penso che l’amore conta più di tutto,
conta più della paura di innamorarsi, più della paura di morire,
più della paura di essere omologati
e della voglia di fare qualcosa per cambiare questo mondo, perché cambiarlo non è facile..”
.
.