Archivi tag: italian

Caro Babbo Natale pensaci tu!

caro Babbo Natale, so che ti dividi i compiti con Santa Lucia e che la letterina per i dolci e per salvare papà dal carbone l’ho già scritta a lei.. quindi quest’anno ti mando una letterina per salvarmi da regali improbabili..

purtroppo sono in ritardo ma neanche tu puoi contrastare certi parenti..

 

comunque:
caro Babbo Natale, quest’anno fai in modo che non mi arrivino regali-fregatura tipo:
candele (ho ammesso la mia dipendenza da anni, poi non so dove metterle, ho gusti particolari e quando le vedo mi intristisco);

strani elettrodomestici, elettrodomestici da viaggio (per l’ultima volta: “Gli elettrodomestici NON si regalano a meno che non ci sia una richiesta/bisogno impellente!);

abbigliamento taglia S (ma perché??? quando non si conoscono le taglie meglio evitare..poi la S, ma dai! non mi ci entra un braccio..figuriamoci i cocomeri!);

bigiotteria di ovvio dubbio gusto (ma dai!!!!);

Incensi vari;

bagnoschiuma (mi piace il mio e comunque ce ne hanno regalati così tanti che abbiamo scorte decennali);

creme per il corpo ( mi piacciono le mie che non mi danno fastidio con la dermatite ed hanno un odore gradevole e leggero, non come quelle zaffate che emanano quelle di marche superfamose);

Radiosveglie (già dato!);

Libri di Coelho/Moccia/Scrittori di moda del momento (no, assolutamente NO);

biancheria da bagno/mare (già dato!);

soprammobili (ma che regalo è???);

Peluches (è già stato abbastanza doloroso separarmi dai miei..);

 

Ecco invece qualche idea:

– adoro la Spagna, una guida della “lonely planet” non sarebbe male (Spagna centrale e meridionale);

– Moleskine di Barcellona;

– Moleskine di Madrid;

–  sempre della “lonely planet” le guide città (non quelle “Incontri”) di Barcellona e Madrid;

– sciarpe morbidose (grigie, azzurre, verde);

– sono un’appassionata di fotografia (non mi spaccio per fotografa perché mi sembrano ridicoli quelli che lo fanno, con opere tipo: “Una sedia sfuocata” “La mia cantina, ma in bianco e nero, eh!”) e qui sbizzarritevi (niente roba da appendere che non ho spazio);

– libri, qui la scelta è ampia..

..ed apro un filone:

Gaby Hauptmann, mi piace un sacco ma ho solo un suo libro (“Uomo impotente cercasi per serena convivenza”) mi mancano quindi:
– “Bello, ricco e che resti a colazione”;  (ovviamente il mio preferito)
– “Un letto di bugie”;
– “Cinque stelle maschio incluso”;
– “Giovane, brillante e cotto a puntino!”;
– “Parata di stalloni”;
– “Di amanti non ce n’e mai abbastanza”;

Daniel Pennac, ne ho tantissimi suoi! Lo adoro..
-“L’evasione di Kamo”;

 

pochissimi lo leggeranno, ma in passato Babbo Natale hai già aiutato qualcuno con i regali..con ottimi risultati!

 

 

 

The Dog Days Are Over

Lasciati alle spalle tutto l’amore,
se vuoi sopravvivere non puoi portarlo con te.

Ode al cappuccino

Ode al cappuccino,
Che mi supporti in questo arduo cammino.
Sei sempre così spumoso,
Accogliente e goloso.
Una vita senza di te non posso immaginare
Nella tua schiuma vorrei nuotare.
Il tuo calore è inebriante
E la caffeina un naturale eccitante.
Un sorso mi fa rilassare
Due sorsi mi dan l’energia per lavorare.
Dai problemi sai sgombrare la mia mente
Come solo tu sai fare deliziosamente.

camminando lungo il precipizio

oggi è il 2°giorno e in questo ritiro di studio ci siamo isolate dal mondo..

siamo solo noi, i libri e il cibo spazzatura..
per fortuna esistono la pasta e le verdure che ci impediscono di morire per overdose di zuccheri/schifezze..

..ci siamo

siamo arrivate e C-I   S-I-A-M-O…

– libri;
– appunti;
– cibo spazzatura;
– cibo goloso;
– cibo travestito da cibo sano;
– connessione internet AGGRATIS;

siamo pronte!

La valigia sul letto è quella di un lungo viaggio

domani mattina la Sara ed io partiamo in ritiro pre-esami

sarà una settimana di caffè e caffè e conoscendo la Sara di Nutella!!! ..ma spero sia anche fruttuosa!
ci vediamo la prossima settimana!!

Pasta con sugo rosso: melanzane e salsiccia

La mia ricettina con foto allegate la potete trovare qui, nel sito di cucina scritto da delle amiche e ovviamente anche da me.

ecco la ricetta veloce, senza foto:

Ingredienti (per 4 persone):
1 melanzana molto grande, o 1 media ed 1 piccola;
olio, sale, peperoncino, pepe q.b. ;
2 spicchi d’aglio;
350 gr salsiccia;
500gr (1 confezione) di passata di pomodoro liscia;
320gr di pasta.

Tagliare a dadini le melanzane e stufarle (con un pizzico di pepe).
Preparare il soffritto con l’aglio, l’olio ed una spolveratina leggera di peperoncino.
Togliere infine gli spicchi d’aglio.
Tenere bassa la fiamma e sbriciolare nella padella la salsiccia.
Lasciarla rosolare 1/2 minuti, girandola spesso.
Aggiungere circa 6 cucchiai di passata di pomodoro.
Mantenere sempre bassa la fiamma e mescolare, in modo che la salsiccia assorba la passata.
Aggiungere le melanzane, precedentemente sgocciolate e asciugate, e mescolare il tutto per un minuto.
Aggiungere il resto della passata.
Tenere sempre basso il fuoco.
Cuocere la pasta, scolarla e saltarla un attimo in padella con il sugo. Impiattare e servire.