Archivi tag: Spagna

Me voy

Da ieri ho in testa una canzone splendida.. Era da un po’ che una canzone non mi impressionava così al primo ascolto..

There’s a fire starting in my heart
Reaching a fever pitch it’s bringing me out the dark
Finally I can see you crystal clear
Go head and sell me out and ill lay your ship there
See how I leave with every piece of you
Don’t underestimate the things that I will do
There’s a fire starting in my heart
Reaching a fever pitch
And its bring me out the dark
The scars of your love remind me of us
They keep me thinking that we almost had it all
The scars of your love they leave me breathless
I can’t help feeling
We could have had it all
Rolling in the deep
You had my heart and soul
And you played it
To the beat
Baby I have no story to be told

Ieri sera me la canticchiavo mentre cominciavo ad organizzarmi per la Spagna, alla fine sarà prima di quanto pensassi e più a lungo.. cara Bologna ci vedremo solo per le feste in famiglia..

Sinceramente un po’ mi mancherai, come città sei splendida. Non mi mancherà il tuo dialetto (decisamente!) e neanche la “Bologna Bene” in cui continuo ad imbattermi..

Beh, visto l’argomento direi che questa è più appropriata.

Me voy, que lástima pero adiós
me despido de ti y
me voy, que lástima pero adiós
me despido de ti.

Porque sé, que me espera algo mejor
alguien que sepa darme amor,
de ese que endulza la sal
y hace que, salga el sol.

Yo que pensé, nunca me iría de ti,
que es amor del bueno, de toda la vida
pero hoy entendí, que no hay
suficiente para los dos.

Annunci

Caro Babbo Natale pensaci tu!

caro Babbo Natale, so che ti dividi i compiti con Santa Lucia e che la letterina per i dolci e per salvare papà dal carbone l’ho già scritta a lei.. quindi quest’anno ti mando una letterina per salvarmi da regali improbabili..

purtroppo sono in ritardo ma neanche tu puoi contrastare certi parenti..

 

comunque:
caro Babbo Natale, quest’anno fai in modo che non mi arrivino regali-fregatura tipo:
candele (ho ammesso la mia dipendenza da anni, poi non so dove metterle, ho gusti particolari e quando le vedo mi intristisco);

strani elettrodomestici, elettrodomestici da viaggio (per l’ultima volta: “Gli elettrodomestici NON si regalano a meno che non ci sia una richiesta/bisogno impellente!);

abbigliamento taglia S (ma perché??? quando non si conoscono le taglie meglio evitare..poi la S, ma dai! non mi ci entra un braccio..figuriamoci i cocomeri!);

bigiotteria di ovvio dubbio gusto (ma dai!!!!);

Incensi vari;

bagnoschiuma (mi piace il mio e comunque ce ne hanno regalati così tanti che abbiamo scorte decennali);

creme per il corpo ( mi piacciono le mie che non mi danno fastidio con la dermatite ed hanno un odore gradevole e leggero, non come quelle zaffate che emanano quelle di marche superfamose);

Radiosveglie (già dato!);

Libri di Coelho/Moccia/Scrittori di moda del momento (no, assolutamente NO);

biancheria da bagno/mare (già dato!);

soprammobili (ma che regalo è???);

Peluches (è già stato abbastanza doloroso separarmi dai miei..);

 

Ecco invece qualche idea:

– adoro la Spagna, una guida della “lonely planet” non sarebbe male (Spagna centrale e meridionale);

– Moleskine di Barcellona;

– Moleskine di Madrid;

–  sempre della “lonely planet” le guide città (non quelle “Incontri”) di Barcellona e Madrid;

– sciarpe morbidose (grigie, azzurre, verde);

– sono un’appassionata di fotografia (non mi spaccio per fotografa perché mi sembrano ridicoli quelli che lo fanno, con opere tipo: “Una sedia sfuocata” “La mia cantina, ma in bianco e nero, eh!”) e qui sbizzarritevi (niente roba da appendere che non ho spazio);

– libri, qui la scelta è ampia..

..ed apro un filone:

Gaby Hauptmann, mi piace un sacco ma ho solo un suo libro (“Uomo impotente cercasi per serena convivenza”) mi mancano quindi:
– “Bello, ricco e che resti a colazione”;  (ovviamente il mio preferito)
– “Un letto di bugie”;
– “Cinque stelle maschio incluso”;
– “Giovane, brillante e cotto a puntino!”;
– “Parata di stalloni”;
– “Di amanti non ce n’e mai abbastanza”;

Daniel Pennac, ne ho tantissimi suoi! Lo adoro..
-“L’evasione di Kamo”;

 

pochissimi lo leggeranno, ma in passato Babbo Natale hai già aiutato qualcuno con i regali..con ottimi risultati!